Vacanze nel Gargano (affitti e soggiorni)

Vacanze nel Gargano, Hotel, B&B, Agriturismi e case vacanza




Il Gargano, detto anche lo Sperone d'Italia, è un massiccio promontorio di oltre 2.000 Kmq, che si proietta nel mare Adriatico per una lunghezza di 65 km ed una larghezza di 40 km. Il terreno, di origine calcarea, ha un aspetto forte e selvaggio e scende con sbalzi ripidi specie nella parte meridionale e sul versante marino, dando origine a panorami superbi e maestosi. La parte settentrionale, invece, è più degradante e meno aspra ed è caratterizzata dalla presenza dei laghi di Lesina e Varano, ricchi di pesci (specie di anguille) e meta obbligata degli uccelli migratori. Nella costa bianca, alta e frastagliata, sono ubicate numerose grotte, prodigi dei venti e dei marosi, superbi spettacoli della natura in cui fanno capolino i riverberi di mille colori.
Il Gargano è coperto da una ricca e florida vegetazione, in cui dominano, fra le tante specie della macchia mediterranea, il rosmarino e il ginepro e grandi distese di pini d'Aleppo e lecci. Fra le piante d'alto fusto sono da ricordare le vaste distese di pinastri o pino d'Aleppo sparse su tutto il territorio e i boschi di Monte Spigno, Quarto, Sagro, Rozzo Alto e, per estensione e bellezza, la Foresta Umbra (11.000 ettari) con i secolari tassi e i maestosi faggi, con varie qualità di abeti, aceri, tigli, càrpini, cerri, ornelli e castagni.
L'uomo, presente fin dalla preistoria, ha fissato i suoi insediamenti, prevalentemente, sulla fascia superiore del Gargano (Lesina, Poggio Imperiale, Apricena, Sannicandro Garganico, Cagnano Varano, Carpino, Ischitella, Vico del Gargano, Rodi Garganico, Peschici e Vieste), in quella meridionale (Rignano Garganico, S. Marco in Lamis, S. Giovanni Rotondo, Monte S. Angelo, Manfredonia e Mattinata) e nelle vicine fascinose isole di Tremiti. Esplica la sua principale attività in agricoltura e nell'allevamento del bestiame e presta molta cura nella coltivazione dell'ulivo, del mandorlo, della vite e degli agrumi.
Attraverso lo svilupparsi dei millenni, ha subito le innumerevoli immigrazioni preistoriche, le dominazioni dei Greci e dei Romani, dei Goti e dei Longobardi, dei Bizantini e dei Normanni, degli Spagnoli e dei Francesi ed ha dato il suo contributo anche di sangue per l'unità d'Italia.

Ricetta del Garagano

Melanzane ripiene
Secondo piatto - Per 4 persone

- 3 melanzane grosse
- 30 gr. di pecorino pugliese grattuggiato
- 2 uova
- olio extra vergine di oliva
- pangrattato
- 2 fette spesse di mortadella
- salsa di pomodoro
- sale, pepe


Lavate e tagliate in due parti (in senso verticale) le melanzane. Servitevi di un cucchiaio per togliere la polpa interna che sarà tagliata a dadini e lasciata sotto sale per un'oretta.
Fare soffriggere in olio bollente sia le coppette che la polpa di melanzane.
In una terrina, impastate le uova battute con il pangrattato, il pecorino pugliese grattugiato e la mortadella tagliuzzata.
Aggiungete al composto la polpa di melanzane e mescolate per bene.
In una teglia spargete un po' di salsa di pomodoro e sistematevi le coppette riempite con l'impasto preparato.
Ultimate con sale, pepe e la restante salsa di pomodoro.
Infornate e fate cuocere per una mezz'oretta.

Potete anche non mettere la mortadella e/o la salsa di pomodoro, in base ai vostri gusti.

Le migliori offerte per le vacanze economiche in Puglia, prenota adesso l'estate 2017 nel salento